Patologia traumatica

Che cosa è

 

I traumi dell'arto superiore sono estremamente frequenti. L'alta concentrazione di strutture nobili in poco spazio giustifica l'alta frequenza con cui anche per ferite banali delle dita possano occorrere lesioni di tendini o nervi. Purtroppo spesso queste lesioni sono misconosciute in ambiti non specialistici con una compromissione delle possibilità di riparazione e la necessità di procedure secondarie di ricostruzione complesse.

 

Come si cura

 

L'esplorazione chirurgica di tutte le ferite, in ambiente sterile e con anestesia adeguata, è sempre raccomandabile. Nella maggior parte dei casi anche ferite apparentemente banali o superficiali nascondono lesioni nervose o tendinee parziali meritevoli di riparazione. La riparazione dei nervi avviene al microscopio operatorio con buoni risultati in misura proporzionale al tempo intercorso dalla lesione. La sutura dei tendini flessorie ed estensori richiede tecniche specialistiche e una lunga ed intensa riabilitazione che deve fondarsi sulla mobilizzazione precoce per ridurre e prevenire la formazione delle aderenze. Le fratture possono essere trattate sia conservativamente che chirurgicamente. La scelta del trattamento dipende dalla sede della frattura, dalla sua natura (composta o scomposta) e dalle esigenze del paziente. La fissazione interna con placche e viti consente una mobilizzazione precoce riducendo i tempi di immobilizzazione e quindi di guarigione.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Dr. Paolo Donato Cortese. All rights reserved P.I. 05823710966